COMUNE DI COSTABISSARA
Piazza Vittorio Veneto, 29 | 36030 COSTABISSARA (VI)
Tel. 0444290611 | Segreteria del Sindaco tel. 0444290606 | E-mail:  | PEC: 

search
top

Paola Cazzola: una vita da Wonder Woman…

Quando le chiediamo l’intervista, Paola Cazzola sta partendo per Berlino… Ci diamo così appuntamento per il ritorno dallo Germania, dove la campionessa di motocross è attesa da un importante appuntamento per la suo carriera professionale. Uno donna che vola su una “due ruote” tra ripide salite e sentieri sconnessi … E’ quasi un ossimoro. Ma lei, la centaura bissarese, si è avvicinata al mezzo meccanico fin da piccola …

Com’è successo?
“La passione per le moto mi è stata tramandata da mio fratello che ha sempre posseduto delle moto e tuttora le possiede. Ho iniziato con il motorino nel cortile di casa, ( mi scuso con i miei vicini) fino a quando nel 1992 ho comperato sempre in società con mio fratello, la prima moto vera, una Honda CR 125 da motocross. Con lei ho iniziato i primi passi e sono subito stata contattata da una squadra di Bassano che già nel 1993 mi ha iscritto al Campionato Italiano.”

Da allora tanti successi e un’esperienza di vita, immaginiamo …
“Senz’altro. Posso dire di aver fatto un bel percorso. Ho cominciato partecipando per il primo anno al campionato italiano femminile di motocross e conquistando la tabella numero 7. L’anno successivo mi sono classificata quinta al campionato italiano di motocross femminile e poi quarta nel campionato italiano assoluto. Quindi tutta una serie di altre belle imprese: terza classificata nel campionato italiano di motocross nel ’95/96, vicecampionessa italiana di motocross nel 96/97, seconda nel campionato UISP invernale dello Hobby Cross (maschile) nel 97/98. Tra il ’98 e il 2000 sono stata pilota professionista negli USA e rappresento tuttora una delle due componenti del “Wonder Team” da me fondata con Stefy Baù (campionessa mondiale). Il 2003 l’ho dedicata al Supermotard dove ho ottenuto ottimi risultati nei confronti dei colleghi maschi (sempre fra i primi 7) prima di un grave infortunio nel campionato triveneto maschile. Sempre l’anno scorso, ha partecipo al Campionato Italiano di Moto d’Acqua (iet ski), poi abbandonato mentre ero al 6° posto per l’infortunio patito nel motard.”

Un curriculum fantastico. E quest’anno?
“Quest’anno ho deciso di accettare lo sfida più grande gareggiando nel Trofeo Italiano Motocicliste Velocità con una Honda CBR600-R standard, classificandomi 5° assoluta ed ho poi partecipato alla Coppa Italia UISP di Motocross ottenendo un secondo posto dopo 4 anni di inattività nella categoria. Nel 2004 i media si sono finalmente accorti di me e sono stata lo protagonista di uno “special” di RAI l (Easy rider) e “special guest” di MTV”

So che sei considerata dalla stampa lo donna più versatile e veloce d’Italia negli sport motoristici.
Come ti senti in questi panni da Wonder woman?

“Mi sento una ragazza qualsiasi, anche se inseguo programmi ambiziosi. Nel 2005 parteciperò infatti al Trofeo Italiano ed Europeo velocità donne (Team”ufficiale” in via di definizione) ed ho ricevuto proposte per gareggiare nel mondiale cross maschile. E questo è davvero il più bel riconoscimento che potessero farmi.”

Un’ultima domanda. Come ha reagito la tua famiglia a questa insolita passione per lo moto?
“La mia famiglia non mi ha mai ostacolato anche se fino a quando non ho
raggiunto lo maggiore età sono sempre stata affiancata da mio fratello, che ringrazio! Ancora adesso sono seguita da molti dei miei amici e naturalmente il mio “brother”, quando può! Gareggio tra un ritorno e un altro dai miei viaggi di lavoro e sono unita ad un ragazzo che non è un vero e proprio amante delle moto ma mi ha sempre lasciato praticare la mia attività in libertà. Lasciatemi però assolutamente ringraziare delle persone del mio paese che molte volte fanno delle lunghe trasferte per tifare per Paola Cazzola. Un abbraccio dunque a Marcello, Sabrina, Gregory, Beppe, Marianna, Ige, Carlotta, e Daniele. E poi a chi spesso mi “adotta”, qui a Costabissara, e sto pensando ai titolari del “Chaplin” e del Bar “CRAL”. Un ultimo pensiero per il mio manager, Maurizio “MAK” Ottomano!”

Qui sopra Paola posa con il campione Loris Capirossi



Comments are closed.

top