COMUNE DI COSTABISSARA
Piazza Vittorio Veneto, 29 | 36030 COSTABISSARA (VI)
Tel. 0444290611 | Segreteria del Sindaco tel. 0444290606 | E-mail:  | PEC: 

search
top

IMU 2012

                                                                

 INFORMATIVA

Imposta Municipale Propria “IMU”

 DECORRENZA   A decorrere dal 1 Gennaio 2012 viene istituita l’imposta municipale propria “IMU”, in tutti i comuni del territorio nazionale. L’IMU sostituisce, per la componente immobiliare, l’imposta sul reddito delle persone fisiche e le relative addizionali dovute in relazione ai redditi fondiari relativi ai beni non locati, e l’imposta comunale sugli immobili “ICI”.

COSA L’IMU riguarda i FABBRICATI, comprese le abitazioni principali ed i fabbricati rurali, i TERRENI e le AREE FABBRICABILI siti nel territorio dello Stato, a qualsiasi uso destinati, compresi quelli strumentali o alla cui produzione o scambio è diretta l’attività dell’impresa.

 ALIQUOTE DEL COMUNE DI COSTABISSARA    

  • Aliquota base 0,76%
  • Aliquota abitazione principale e relative pertinenze 0,5%
  • Aliquote terreni agricoli 0,6%
  • Aliquote fabbricati rurali ad uso strumentale (cat. D/10) 0,1%

 DETRAZIONI  Per l’UNITA’ IMMOBILIARE ADIBITA AD ABITAZIONE PRINCIPALE del soggetto passivo e per le relative pertinenze, si detraggono, fino a concorrenza del suo ammontare, euro 200 oppure l’importo della detrazione definitivamente stabilita dallo Stato qualora dallo stesso modificata, rapportati al periodo dell’anno durante il quale si protrae tale destinazione. Se l’unità immobiliare è adibita ad abitazione principale da più soggetti passivi, la detrazione spetta a ciascuno di essi proporzionalmente alla quota per la quale la destinazione medesima si verifica. La detrazione prevista è maggiorata di 50 euro per ciascun figlio di età non superiore a ventisei anni oppure dell’importo di maggiorazione definitivamente stabilito dallo Stato qualora modificato, purché dimorante abitualmente e residente anagraficamente nell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale. L’importo complessivo della maggiorazione, al netto della detrazione di base, non può superare l’importo massimo di euro 400 oppure l’importo complessivo di maggiorazione definitivamente stabilito dallo Stato qualora modificato.

Per i TERRENI AGRICOLI posseduti da coltivatori diretti o da imprenditori agricoli professionali, iscritti nella previdenza agricola, purchè dai medesimi condotti, si assoggetta  ad imposta soltanto la parte di valore eccedente euro 6.000 e con le seguenti riduzioni:

a) del 70% dell’imposta gravante sulla parte di valore eccedente i predetti euro 6.000 e fino a euro 15.500;

b) del 50% dell’imposta gravante sulla parte di valore eccedente euro 15.500 e fino a euro 25.500;

c)  del 25% dell’imposta gravante sulla parte di valore eccedente euro 25.500 e fino a euro 32.000;

 

AGEVOLAZIONI RICONOSCIUTE DAL COMUNE DI COSTABISSARA      

  • Uso gratuito a parenti entro il primo grado dell’abitazione e delle pertinenze: Equiparazione all’abitazione principale (aliquota dello 0,5% e detrazioni);
  • Fabbricati dichiarati inagibili e di fatto non utilizzati: Imposta ordinaria (aliquota dello 0,76%) ridotta del 50%;
  • Unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente a condizioni che la stessa non risulti locata: Equiparazione all’abitazione principale (aliquota dello 0,5% e detrazioni);

BASE IMPONIBILE                

Per i FABBRICATI Iscritti in catasto il valore è calcolato sulla base della rendita catastale rivalutata del 5% e moltiplicata per:

  • 160 per i fabbricati del gruppo A (esclusi A/10) e delle categorie C/2, C/6 e C/7
  • 140 per i fabbricati del gruppo catastale B e delle categorie C/3, C/4 e C/5
  • 80 per i fabbricati delle categorie catastali A/10 e D/5
  • 60 per i fabbricati del gruppo D (esclusi D/5)
  • 55 per i fabbricati della categoria C/1

Per i TERRENI AGRICOLI il valore è costituito dal reddito dominicale risultante in catasto rivalutato del 25% e moltiplicato per:

  • 135 per i contribuenti ordinari
  • 110 per i coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola

Per le AREE FABBRICABILI il valore è quello venale in comune commercio al 1° gennaio dell’anno d’imposizione. Nel Comune di Costabissara il valore venale minimo per determinare l’imposta dovuta è così determinato:

 

VALORI MINIMI DELLE AREE FABBRICABILI ALL’01.01.2012

CLASSIFICAZIONE AREE FABBRICABILI in base al P.R.G.

VALORE AREE URBANIZZATE

VALORE AREE NON URBANIZZATE

Zona residenziale “Centro storico” – A

€ 210,00 al mc

/

Zona residenziale con indice > 1,5 mc/mq completamento B1 – B2

€ 300,00 al mq

/

Zona residenziale con indice < 1,5 mc/mq           C1 – C2

con opere realizzate o per le quali è stato rilasciato il permesso di costruire per nuovi edifici  € 250,00 al mq

prive di piani

 € 75,00 al mq.

con piani approvati

€ 175,00 al mq.

Zona produttiva D1

€ 200,00 al mq

€  85,00 al mq.

Zona produttiva D2

€ 250,00 al mq.

€  85,00 al mq.

Zona produttiva D3

€ 225,00 al mq.

€  85,00 al mq.

Zona agricola E4, borghi e corti rurali

€ 210,00 al mc

€ 150,00 al mc

Inoltre:

  • ai soli effetti della limitazione del potere di accertamento del Comune ai fini I.M.U., il  valore minimo delle aree edificabili inserite in zona F e sottoposte a vincolo di intervento pubblico è determinato in € 125,00 qualora, su dette aree, siano eseguite opere di urbanizzazione o, comunque, lavori di adattamento del terreno nonché nell’ipotesi in cui sia stata presentata una specifica richiesta per ottenere il permesso a costruire sull’area;
  • alle aree soggette a concertazione, di cui alla Variante 13 e successive varianti del vigente Piano regolatore, è riconosciuta una riduzione del 20% sul totale dei metri quadri edificabili;
  • per le aree che da agricole saranno riclassificate come edificabili, per le annualità in cui il P.R.G. e le proprie varianti risulteranno “in adozione” e cioè a partire dalla data di esecutività della delibera di adozione e fino alla data di approvazione da parte della Regione il valore al mq. verrà ridotto del 70% in considerazione della diversa e ancora solo potenziale edificabilità;
  • per le aree, previste edificabili dal P.R.G., distintamente accatastate e considerate pertinenze dell’immobile i valori sopra riportati sono ridotti del 70% fino al momento di effettiva utilizzazione edificatoria;
  • per le aree, previste edificabili dal P.R.G., ma sulle quali non sia possibile realizzare nuovi interventi edificatori, i valori sopra riportati sono ridotti del 70%;

 

QUANDO SI PAGA                 

Per l’ABITAZIONE PRINCIPALE E PERTINENZE:

  • 1^ rata pari ad 1/3 dell’imposta ad aliquota base (0,4%) entro il 18.06.2012;
  • 2^ rata pari ad 1/3 dell’imposta ad aliquota base (0,4%) entro il 17.09.2012;
  • 3^ rata a saldo con conguaglio ad aliquota del Comune (0,5%) entro il  17.12.2012.

Per gli ALTRI FABBRICATI ED AREE FABBRICABILI:

  • 1^ rata pari al 50% dell’imposta ad aliquota base (0,76%) entro il 18.06.2012;
  • 2^ rata a saldo con conguaglio ad aliquota del Comune (0,76%) entro il  17.12.2012.

Per i TERRENI AGRICOLI:

  • 1^ rata pari al 50% dell’imposta ad aliquota base (0,76%) entro il 18.06.2012;
  • 2^ rata a saldo con conguaglio ad aliquota del Comune (0,60%) entro il  17.12.2012.

Per i FABBRICATI RURALI STRUMENTALI (CAT. D/10):

  • 1^ rata pari al 30% dell’imposta ad aliquota base (0,20%) entro il 18.06.2012;
  • 2^ rata a saldo con conguaglio ad aliquota del Comune (0,10%) entro il  17.12.2012.

Per i FABBRICATI RURALI DA ISCRIVERE AL CATASTO URBANO ENTRO IL 30.11.2012 :

  • Pagamento in unica soluzione ad aliquota del Comune (0,10%) entro il  17.12.2012.

IL CONTRIBUENTE E’ OBBLIGATO AD EFFETTUARE IL PAGAMENTO IN ACCONTO FACENDO RIFERIMENTO ALLE ALIQUOTE BASE PREVISTE DALLA NORMATIVA E NON E’ AMMESSO, PER IL 2012, IL PAGAMENTO IN UN UNA  UNICA RATA

 

MODALITA’ DI VERSAMENTO         

Tramite modello F24 utilizzando il codice COMUNE D107 ed i codici tributi sotto riportati.

A decorrere dal 1° dicembre 2012 sarà istituito apposito bollettino di conto corrente postale.

 

CODICI IMU PER IL VERSAMENTO DELL’IMPOSTA CON F24

DESCRIZIONE

CODICE TRIBUTO F24

COMUNE

STATO

IMU – imposta municipale propria su abitazione principale e relative pertinenze

3912

IMU – imposta municipale propria per fabbricati rurali ad uso strumentale

3913

IMU – imposta municipale propria per terreni

3914

3915

IMU – imposta municipale propria per le aree fabbricabili

3916

3917

IMU – imposta municipale propria per gli altri fabbricati

3918

3919

 

Per quanto non riportato nella presente nota informativa si rimanda ai provvedimenti sottoriportati, consultabili online:

–         Regolamento per l’applicazione dell’Imposta Municipale Propria “IMU”

–         Deliberazione di determinazione aliquote e detrazioni “IMU”

–         Deliberazione di determinazione dei valori delle aree fabbricabili

–         D. Lgs. n. 23/2011 artt. 8 e 9;

–         D. L. n. 201/2011, convertito con modifiche con la Legge n. 214/2011, art. 13, e successive modifiche ed integrazioni.

 

AVVERTENZA IMPORTANTE

POICHE’ LO STATO SI E’ RISERVATO DI MODIFICARE, ENTRO IL 10.12.2012. LE ALIQUOTE E LE DETRAZIONI INDICATE NELLA PRESENTE NOTA INFORMATIVA E LO STESSO COMUNE DI COSTABISSARA PUO’ MODIFICARE, ENTRO IL 30.09.2012, IL PROPRIO “REGOLAMENTO IMU” E LA DELIBERA RELATIVA ALLE ALIQUOTE, LA RATA RELATIVA AL CONGUAGLIO, DA PAGARSI ENTRO IL 17.12.2012, POTREBBE SUBIRE DELLA VARIAZIONI RISPETTO A QUANTO INDICATO NELLA PRESENTE NOTA INFORMATIVA



Comments are closed.

top